Mon. Feb 17th, 2020

Host your Website

Read and learn

Windows + Linux su Google Pixelbook: ecco qua!

1 min read



Ecco il mio Google Pixelbook con Windows 10 e #Linux in Dual Boot. Ho la configurazione con Core i7, 16 GB di RAM e 512 GB di SSD NVMe, ed ho sbloccato la protezione al firmware per poter installare il firmware UEFI Coreboot. Nel video vi spiego la procedura per avere i due sistemi operativi, e vi parlo dei vincoli e dei vantaggi di questo approccio.

Procedura completa:
• https://riccardo.im/articoli/pixelbook-windows-linux/

Il Chromebook di Google ha una costruzione da far invidia a tanti #notebook di fascia alta, di certo paragonabile ai migliori MacBook; lo schermo supera i 450 nits, c’è il digitalizzatore Windows Ink, il telaio è in alluminio e vetro e la tastiera ha un feedback soddisfacente. Inoltre pesa solo 1.1 kg ed ha un display 3:2, perfetto per la produttività su browser. Ma la sua piattaforma hardware Intel serie Y penalizza le prestazioni a favore delle temperature e della silenziosità.

Scarica i dotfiles:
• https://www.patreon.com/riccardopalombo

#Pixelbook non è venduto in Italia. Bisogna comprarlo all’estero, oppure sui mercatini tipo ebay o subito. Il prezzo consigliato è compreso tra i 350 e i 550 euro a seconda dello stato e della configurazione. Viste le prestazioni insufficienti per il montaggio video o il gaming, consiglio di acquistare la configurazione con Core i5, 8 GB di RAM e SSD da 256 GB così da risparmiare sul prezzo finale.

Seguimi anche su:
• https://www.twitter.com/riccardopalombo
• https://www.instagram.com/riccardopalombo
• https://t.me/riccardopalombo

30 thoughts on “Windows + Linux su Google Pixelbook: ecco qua!

  1. Grande Riccardo, secondo te ad oggi meglio prendere un tablet android (galaxy Tab s6) oppure un Chromebook ( pixel slate o pixelbook go)? Quali sarebbero i vantaggi dell'uno o dell'altro

  2. Bellissimo, l’unica cosa che mi storce un po’ il naso sono quelle cornici…le vedo molto spesse non so perchè. Te fantastico come sempre ❤️

  3. Io sono uno di quelli che compra windows, rinnova office 365 tutti gli anni, rinnova creative cloud fotografia, dona periodicamente qualche € a wikipedia e quando scarica software open source… per dire che sono uno di quelli che riconosce il valore di un prodotto/servizio e ritiene sia giusto anche sostenerlo economicamente, senza cercare scappatoie gratuite, anche quando queste sarebbero banali (non ho elencato quei software a caso). Questa cosa del Patreon, però, non la concepisco proprio. Non capisco il senso di pagare, addirittura "abbonarsi" per… renderti indipendente?!? Ma non dovrebbe essere un prerequisito di un buon recensore quello? Pagare per scaricare i dots? Ok, quello ci può stare, ma allora chiamiamolo col suo nome: vendo un dot, vendo un preset, vendo una guida. In quel caso "aprirei" paypal senza problemi quando il contenuto mi interessa, come faccio su udemy più di quanto effettivamente io poi possa fruirne, come faccio coi preset di lightroom di tizio o caio che ha creato un bel mood nelle sue foto, come faccio con gli ebook che troverei facilmente "altrove", come faccio con chiunque venda un prodotto o un servizio ad un prezzo che ritengo congruo.

    Spero tu possa prendere questo mio commento, anche se duro, come uno spunto di riflessione. Probabilmente non lo farai, anche perchè ho notato un certo nervosismo nelle tue ultime risposte, forse è un periodo no, forse prima ti "controllavi" strategicamente, non so. Quel che so è che da quando hai lanciato il Patreon ho perso parte dell'entusiasmo verso i tuoi contenuti.

    Buona giornata,

    un tuo vecchio fan.

  4. Riccardo grazie mille! Anche io sono uno dei pochi possessori italiani di Pixelbook comprato usato perchè l'hardware è una FIGATA, leggero, convertibile, con una tastiera che ti fa venire voglia di scrivere e dalla quale sto scrivendo ora. Poi sono innamorato di google e dei suoi servizi. Usare Chrome Os per internet è meraviglioso. Purtroppo però per lavoro uso office e lì nascono i problemi. Passi documenti al posto di Word (comunque nettamente inferiore) ma excel e soprattutto Powerpoint sono mille miglia avanti ai corrispettivi Google. In particolare le modalità di inserimento video in Presentazioni è ridicola (rimangono nel "cloud" e selo passi in file pptx non inserisce i video embedded nella presentazione). Morale della favola secondo te che fare? a) trovare un PC con Windows simile al Pixelbook? esiste???? b) rassegnarsi ad usare le app di Google perdendo funzioni fondamentali per me o le versioni Android di Office (limitatissime, per dire powerpoint non inserisce file avi) c) convertire questo a Windows (ma sono una vera pippa come smanettone…)? Help!!!

  5. Le cornici del display non si possono vedere. E va bene che è un pc di qualche anno fa, ma è "invecchiato male". Ti consiglio, Riccardo, un software di video editing su Linux di cui ho sentito parlare piuttosto bene: "Olive". Non sarà Premiere, okay, ma può dare qualche soddisfazione.

  6. per me chrome os e' stata una piacevole sorpresa, utilizzo il mio pixel slate (volevo una soluzione ibrida con tastiera staccabile) da qualche mese e sono davvero soddisfatto.

  7. Time to ReSolve man… Con quanto sei appassionato di Linux tu e con quanto tu non abbia bisogno di altro, è un prodotto professionale che almeno GNU linux lo supporta…

  8. Ciao Riccardo, ottimo video!
    Secondo te per l'uso quitidiano(appunti, web , netflix) un chromebook top come questo può sostituire un ultrabook windows/mac?

  9. Aspetto questo video dal room tour, con windows hai avuto problemi collegandoci dispositivi esterni? (collegandoci smartphone, ipod, dispositivi che si collegano tramite cavo usb diciamo)

  10. Ciao Riccardo, sapresti consigliarmi un servizio Cloud per la conservazione di dati personali che rispetti la privacy degli utenti? Quindi no Google/Microsoft/DropBox…grazie.

  11. Bravo Riccardo, bella prova, vista l'inusabilità di windows per il montaggio video a questo punto farei anche una prova con Mac os, hai per caso già valutato la compatibilità hw, sopratutto lato wifi e Bluetooth?
    Io ho uno xiaomi air 12 pollici e posso dirti che una volta installato Catalina (l'unica incompatibilità sulla mia configurazione è il wifi) devo dirti che il montaggio sia con final cut pro che con Davinci Resolve è sorprendente per la categoria di macchina. A te la prova ciao!!

  12. Sto aspettando con ansia che me la portino dagli Stati Uniti e mi sono posto due domande: ho trovato guide per installare Elementary OS, come mai non hai scelto questa distro e che caricabatterie hai scelto? Grazie

Comments are closed.

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.